Volume commerciale: attenzione

Con la presente comunicazione AIPSA intende porre l’attenzione sul parametro volume commerciale. Con la modifica apportata dal Decreto Ministeriale 5 ottobre 2018 – Aggiornamento degli allegati 1, 7, 8 e 13 del decreto legislativo 29 aprile 2010, n. 75, si è chiarito che per i substrati di coltivazione, la quantità deve essere riportata esclusivamente in volume. Sottolineiamo che questo parametro da dichiarare obbligatoriamente in etichetta, non ha significato ai fini della caratterizzazione qualitativa ed agronomica, ma è di primaria importanza dal punto di vista commerciale. Pertanto, riteniamo che la corretta applicazione delle normative sia un punto fondamentale per dare garanzie certe al consumatore finale ma anche per evitare forme di concorrenza sleale tra produttori.

I substrati vengono infatti venduti su base volumetrica, ma per la loro natura di materiali compositi, costituiti cioè da fase solida (solidi incoerenti) liquida (acqua in quantità variabile) e aeriforme (macro e microporosità) vanno soggetti a variazioni di volume conseguenti ai passaggi che si verificano tra la produzione ed il consumo. Quindi, al momento dell’insacco, avremo un volume al confezionamento, che potrà, più o meno ridursi per effetto del peso delle confezioni sovrapposte durante lo stoccaggio e il trasporto.

Nel caso dei prodotti preconfezionati, ovvero confezionati in assenza dell’acquirente, in fase di confezionamento, il controllo della corrispondenza tra quantità nominale e quantità effettiva, confezionata, avviene in conformità a quanto previsto dalla normativa metrologica. Per questioni legate alle caratteristiche degli impianti di confezionamento e per praticità nelle operazioni di campionamento, le operazioni di verifica, previste dalla normativa metrologica, vengono effettuate, utilizzando la procedura prevista dal metodo EN. Quindi si registra, prima del confezionamento, il peso specifico del substrato, in modo da procede, successivamente con il controllo, sulle confezioni campionate, del peso. Il dato del peso, correlato al peso specifico, consente di avere il dato finale espresso in volume. In questo modo si riesce a garantire, indirettamente, un controllo puntuale, al confezionamento, del volume effettivo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *